Marketing fuorviante: l’utilizzo di immagini può ritorcersi contro

child, puddle, water
Photo by lubovlisitsa on Pixabay

Immaginati su una spiaggia calda e soleggiata. Niente nella tua casella di posta, niente biancheria da piegare, niente fatture in sospeso. Immagina una vita senza preoccupazioni…

Ci sei caduto?

Un metodo pubblicitario comunemente usato, le immagini possono avere l’effetto indesiderato di allontanare i consumatori, afferma un nuovo studio di prossima pubblicazione sul Journal of Consumer Research.

“La presente indagine ha rivelato circostanze in cui chiedere ai consumatori di immaginare la loro esperienza futura con il prodotto potrebbe non solo essere inefficace, ma può ridurre la probabilità di acquisto del prodotto”, spiegano gli autori dello studio, Petia Petrova e Robert Cialdini, entrambi dell’Arizona. Università Statale.

Per i consumatori con scarse capacità di immaginazione, o quando un prodotto non è presentato in modo molto vivido, gli appelli non solo sono stati inefficaci, ma hanno suscitato un effetto negativo.

“Ai marketer viene spesso detto: per convincere le persone ad acquistare il tuo prodotto, chiedi loro di immaginare la loro futura esperienza positiva con il prodotto”, spiegano Petrova e Cialdini. “Questo potrebbe essere completamente sbagliato per ampi sottoinsiemi della popolazione che non sviluppano facilmente le immagini. E potrebbe essere sbagliato per alcuni tipi di messaggi che non sono vividi nella loro natura in primo luogo, il che li rende difficili da immaginare per tutti. L’uso di ricorsi per immagini in questi casi potrebbe non solo essere inefficace, ma potrebbe essere dannoso per i risultati finali”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: