4 motivi per cui i donatori non donano

blood, donation, drop

blood, donation, drop

Una delle parti più cruciali della raccolta fondi senza scopo di lucro è trovare donatori. Se un donatore non dona, la tua organizzazione non può svolgere adeguatamente la sua missione. Ma creare un portafoglio di potenziali donatori non è sempre facile. In effetti, è qualcosa che potrebbe essere piuttosto difficile, e non sto parlando di sollecitare un filantropo miliardario. Mi riferisco solo ai donatori di livello medio e generale.

Innanzitutto, devi attirare i donatori alla tua causa, in genere attraverso il marketing. Ma le organizzazioni non profit di solito non vendono prodotti o servizi ai loro “compratori” alias donatori. Invece, vendono l’idea di fare qualcun altro o qualcosa di meglio per il bene comune. Ciò potrebbe assumere la forma di fornire istruzione di alta qualità, servizi sanitari, ambiente o una miriade di altre missioni.

Sebbene ci siano differenze nel modo in cui trattiamo i donatori di donazioni principali e generali, sono comunque motivati ​​da una missione e dal rapporto che un’organizzazione no profit crea e nutre con loro, supponendo che abbiano a cuore la missione.

Perché i donatori donano?

Pensaci. I donatori donano perché hanno una connessione personale o un interesse per la tua organizzazione non profit. Forse i donatori hanno avuto il cancro o qualcuno che amano ne ha sofferto. Di conseguenza, sono spinti a sostenere la tua causa se fornisci i programmi per migliorare la vita delle persone.

In definitiva, un donatore deve provare una ragione, a cominciare dalle emozioni e poi dall’intelletto, per supportare la tua organizzazione. Durante la mia carriera, ho sentito molti  leader del non profit spiegare quale organizzazione non profit straordinaria e di grande impatto guidano, quindi questa persona o quella persona dovrebbe volerlo supportare.

Bene, non è così che funziona, anche se le persone hanno i soldi. Ci deve essere una ragione per dare ciò che conta a ogni donatore. Il donatore deve avere un interesse personale e un’inclinazione verso la missione. 

Perché i donatori non donano alla tua organizzazione no profit?

Se vuoi continuare a operare, è importante avere donatori. Senza di loro, portare a termine la tua missione è quasi impossibile. E questo è uno dei motivi principali per cui le raccolte fondi di talento scarseggiano sempre. Tuttavia, ci sono vari motivi per cui le persone potrebbero non voler donare alla tua organizzazione no profit.

1. Non hanno precedenti con la tua organizzazione

I potenziali clienti che non si connettono a te o quello che fai potrebbero non aver voglia di dare. È fondamentale stabilire una connessione personale con i tuoi donatori. Se un donatore non sa nulla della tua organizzazione, cosa fa e non sente una connessione, il donatore non donerà, non importa quanto grande sia la missione.

Un modo per rendere un donatore più familiare con la tua organizzazione è aumentare la consapevolezza del marchio. La tua comunità ha anche bisogno di sapere come possono essere coinvolti. Di conseguenza, dovresti condividere storie sull’impatto del tuo lavoro e su come le donazioni aiutano. La condivisione di queste informazioni consente ai donatori di connettersi alla tua organizzazione a un livello più profondo.

2. Pensano che tu sia troppo piccolo

I donatori percepiscono che i piccoli enti di beneficenza non possono fare una grande differenza e se ne andranno comunque presto. Questo è un notevole deterrente per i donatori che vogliono donare a un’organizzazione con un impatto a lungo termine. Questo è il motivo per cui è fondamentale sviluppare la capacità istituzionale. Che cosa vuol dire?

Significa che devi prima iniziare con il tuo team di raccolta fondi o la persona principalmente responsabile della raccolta fondi. La realtà è che non puoi avere programmi se non hai soldi. Quindi, devi assumere talenti che sappiano come raccogliere fondi. E ricorda, i professionisti hanno le capacità per raccogliere fondi da individui.

3. Non sei nell’area del donatore

Ad alcune persone interessa solo finanziare un programma nella loro comunità locale. Sebbene tu possa avere una presenza o una missione internazionale, alcuni donatori potrebbero non supportare programmi nazionali o internazionali. Pertanto, se hai una presenza locale, devi fare in modo che sia chiaro al riguardo, così come la tua impronta globale.

Se ti capita di non avere alcuna presenza locale, va bene. Basta andare avanti e trovare donatori che vogliono sostenere una causa come la tua. Ancora una volta, devi ricordare che una delle principali forze motivanti per i donatori sono i loro interessi personali e la tua organizzazione può o meno soddisfare tale esigenza.

4. Non stai proteggendo gli interessi del donatore

Proteggere gli interessi dei tuoi donatori è fondamentale per mantenere la fiducia. La protezione e la sicurezza dei dati sono una priorità per molte persone quando decidono se donare o meno. Pertanto, la tua organizzazione dovrebbe adottare misure per garantire che le informazioni sui donatori siano protette.

Le violazioni dei dati sono in aumento , ma con così tanti modi per proteggere le informazioni, non è impossibile mantenere i dati al sicuro. Se sei preoccupato per il modo in cui altre organizzazioni non profit gestiscono i dati dei donatori, trova esperti nel campo.

Le organizzazioni non profit sono vitali per la spina dorsale della nostra società, ma, per molte organizzazioni, le donazioni possono essere difficili da acquisire. Sia che tu stia appena iniziando o che sia nel settore da un po’, ci sono molte ragioni per cui i donatori potrebbero non donare alla tua organizzazione no profit. Questi motivi sono i più comuni, ma potrebbero non essere gli unici. È essenziale essere consapevoli di questi motivi per adottare misure per massimizzare le donazioni e aumentare le probabilità che le persone effettuino donazioni alla tua organizzazione.

Quando pensi ai potenziali donatori, ecco alcuni suggerimenti finali: 

  • Conosci il tuo donatore.
  • Rimani aggiornato sugli interessi dei donatori. 
  • Scopri chi sono i tuoi donatori naturali e assicurati che sappiano del tuo lavoro. 
  • Scopri perché i donatori non donano alla tua organizzazione no profit.
  • Usa la tecnologia per creare una persona del tuo miglior donatore possibile
  • Non mollare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: