Non profit: organizza eventi creativi per coinvolgere potenziali donatori e sbloccare più donazioni

 

I ricercatori dell’Università del Nord del Texas, dell’Università dell’Illinois a Urbana-Champaign e dell’Università della British Columbia hanno pubblicato un nuovo documento sul  Journal of Marketing  che esamina come coinvolgere potenziali donatori in attività creative in occasione di eventi di raccolta fondi può aumentare le donazioni di beneficenza.

Lo studio, in uscita sul  Journal of Marketing,  è intitolato ” Leveraging Creativity in Charity Marketing: The Impact of Engaging in Creative Activities on Successive Donation Behavior ” ed è scritto da Lidan Xu, Ravi Mehta e Darren Dahl.

Come organizzare l’evento di raccolta fondi perfetto? Le organizzazioni di beneficenza attualmente utilizzano una varietà di strategie e tattiche per coinvolgere potenziali donatori, il tutto con l’obiettivo di migliorare i comportamenti di donazione. Non sorprende vedere che tornei di golf, gelati sociali o eventi di sorseggiare e dipingere sono organizzati da diversi enti di beneficenza che rappresentano cause diverse. Una domanda che sorge è quali tipi di attività sono più efficienti e hanno maggiori probabilità di aiutare le organizzazioni a raccogliere più donazioni. Questo nuovo studio rileva che coinvolgere potenziali donatori aumentando la loro partecipazione alle attività creative aiuta! 

Utilizzando diversi tipi di attività creative, come la progettazione di una maglietta creativa o la decorazione di biscotti, i ricercatori scoprono che coloro che partecipano a tali attività hanno maggiori probabilità di donare rispetto a coloro che partecipano a versioni simili, ma non creative, delle attività . Ad esempio, coloro a cui viene chiesto di decorare un biscotto nel modo più creativo possibile hanno maggiori probabilità di donare all’organizzazione di beneficenza rispetto a coloro a cui viene semplicemente chiesto di copiare un determinato disegno di biscotto.

Come spiega Xu, “I nostri risultati mostrano che incorporare attività creative nelle campagne di raccolta fondi e negli eventi di beneficenza può essere una strategia di marketing praticabile per le organizzazioni senza scopo di lucro per migliorare il comportamento delle donazioni”. Le organizzazioni di beneficenza possono organizzare tali eventi di persona o utilizzare le loro piattaforme di social media. Ad esempio, possono invitare potenziali donatori a partecipare a un evento di pittura, organizzare un evento di decorazione di biscotti o partecipare ad altre attività che li coinvolgono, fisicamente o mentalmente, per produrre qualcosa di nuovo e creativo.

Anche se offrire ai potenziali donatori sbocchi creativi non sempre produce risultati creativi, non importa. “Finché i donatori partecipano a un’attività per creare qualcosa di nuovo e creativo, dimostrano un comportamento di donazione più elevato. È impegnarsi nel processo creativo che conta! Quando i potenziali donatori partecipano ad attività creative, sentono un senso di libertà e autonomia, che li fa sentire più felici e più caritatevoli”, afferma Mehta.

Dahl aggiunge che “Un consiglio per le organizzazioni di beneficenza è incoraggiare i partecipanti a essere il più creativi possibile, ma non enfatizzare i risultati o fornire istruzioni su come dovrebbero completare l’attività. Ad esempio, quando si organizza un evento di pittura, alcuni enti di beneficenza menzionano che verranno fornite istruzioni dettagliate e tutti dipingeranno la stessa immagine. Suggeriamo che consentire la libertà di dipingere qualsiasi cosa e di essere creativi nel processo potrebbe essere una strategia migliore”.

Utilizzando questi risultati, i manager possono pensare fuori dagli schemi per elaborare diversi tipi di attività creative per coinvolgere potenziali donatori. Sebbene invitare i potenziali donatori a partecipare a qualsiasi tipo di attività che richieda un impegno creativo potrebbe far sentire i potenziali donatori più coinvolti, non tutte le attività sono uguali e alcune potrebbero essere migliori di altre. Ad esempio, organizzare un galà o un evento di raccolta fondi può essere costoso, ma l’utilizzo di questo tipo di attività può essere più economico. Ad esempio, un’idea interessante che abbiamo trovato online è stata una “festa tie-dye” in cui le organizzazioni forniscono magliette bianche e materiali tie-dye in modo che i partecipanti possano creare le proprie magliette tie-dye. Queste magliette possono quindi essere utilizzate per le aste dal vivo. Inoltre, la partecipazione a questa attività aumenta la probabilità che un individuo faccia una donazione in beneficenza,

Articolo completo e informazioni disponibili su:  https://doi.org/10.1177/00222429211037587

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: