Categorie
Social

Instagram consentirà ai nuovi inserzionisti di creare annunci senza collegarsi a una pagina Facebook

Sembra un passaggio interessante su Facebook.

Come riportato da AdWeek , Instagram consentirà ora ai nuovi inserzionisti in alcune regioni di creare campagne pubblicitarie su Instagram senza dover collegarsi a una pagina Facebook.

Secondo Instagram :

” Ora puoi creare annunci Instagram senza avere una presenza su Facebook. Se stai promuovendo un post dal tuo account aziendale Instagram per la prima volta, non dovrai collegarti a un account annuncio o pagina Facebook.”

La condizione chiave in questo caso è “per la prima volta”: la maggior parte degli inserzionisti Instagram ha già collegato il proprio profilo a Facebook Ad Manager, come è stato richiesto, e quelle aziende non dovranno ora scegliere di disconnettere il proprio profilo Instagram dalla loro Pagina Facebook, e ha ancora la capacità di pubblicare annunci.

Le aziende che scelgono di pubblicare i propri annunci solo su Instagram ovviamente non avranno la capacità di gestirli tramite il proprio account di annunci di Facebook. Dovranno invece eseguire la loro campagna pubblicitaria e monitorare il rendimento degli annunci su Instagram direttamente.

Per promuovere il tuo post Instagram indipendentemente da Facebook, le aziende dovranno:

  1. Vai al tuo profilo
  2. Tocca il post che desideri promuovere
  3. Sotto l’immagine del post, tocca ” Promuovi”
  4. Inserisci i dettagli della promozione impostando cose come “Destinazione” (dove inviare le persone), “Pubblico” (che vuoi raggiungere), “Budget” (quanto vuoi spendere ogni giorno) e “Durata” (come a lungo vuoi che la tua promozione sia attiva). Tocca ” Avanti”  dopo aver completato questi dettagli
  5. Per completare la promozione, tocca ” Crea promozione”  in “Rivedi”

Instagram nota che l’opzione sarà disponibile solo per i nuovi inserzionisti Instagram negli Stati Uniti e in Turchia in questa fase.

Facebook ha apparentemente messo anni a lavorare per garantire attività account Instagram e Facebook collegati, e che le promozioni sono gestite attraverso una piattaforma centralizzata.

Allora perché il cambio di direzione?

Come osserva AdWeek , alcuni hanno ipotizzato che il recente contraccolpo contro Il social network per la sua incapacità di affrontare le preoccupazioni relative al discorso dell’odio sia alla base di questo nuovo aggiornamento.

La scorsa settimana, una coalizione di gruppi per i diritti civili negli Stati Uniti ha invitato i principali inserzionisti a mettere in pausa la spesa pubblicitaria di Facebook a luglio, al fine di inviare un messaggio alla società che la sua mancanza di azione non è abbastanza buona.

The North Face è stato il primo grande marchio a unirsi alla causa  – ma come hanno notato molti commentatori, The North Face inizialmente non aveva in programma di sospendere anche le sue campagne pubblicitarie su Instagram in linea con il suo impegno (da allora è stato annunciato che sospenderà i suoi annunci su entrambe le piattaforme ).

Ciò evidenzia una potenziale ragione per questa divisione: se Facebook inizia a vedere un contraccolpo sulle sue decisioni politiche, forse Instagram non deve perdere l’associazione, anche se entrambi sono di proprietà di Facebook.

Instagram ha detto ad AdWeek che questo non è stato il motivo del cambiamento, osservando che è in sviluppo da mesi.

Tuttavia, è difficile immaginare qualsiasi altra logica dietro l’opzione, specialmente, come notato, dato che Facebook ha spinto gli inserzionisti a collegare le loro presenze Facebook e Instagram per così tanto tempo. Ci sono vantaggi significativi per Facebook nello stabilire tali collegamenti, tra cui un migliore monitoraggio dei dati, vantaggi per il targeting, funzionalità integrate, ecc. Dividendoli sembra molto più lavoro di back-end – ma poi, forse, Facebook sta semplicemente cercando di assicurarsi che sia in grado per massimizzare i dollari pubblicitari rimuovendo la connessione alla Pagina Facebook come requisito.

Ad ogni modo, è disponibile solo negli Stati Uniti e in Turchia, e in questa fase non è possibile parlare di ulteriori espansioni pianificate.  

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.