Categorie
Soluzioni

Una guida no profit alla raccolta fondi fai-da-te

Photo by Khairul Onggon on Pexels.com

Il concetto di “raccolta fondi fai-da-te” è molto popolare nel mondo non profit da qualche tempo. Ultimamente, la scelta di fare la raccolta fondi fai-da-te è stata adottata anche dal mondo del profitto. Per coloro che desiderano incorporare questo concetto di raccolta fondi nella propria attività o organizzazione, devono comprendere esattamente di cosa si tratta e quali sono le tendenze attuali.

Cos’è la raccolta fondi fai-da-te?

Quando le scuole raccolgono denaro per una causa, di solito lo fanno attraverso un evento di corsa o camminata per studenti. La scuola farà affidamento sugli studenti per andare a porta a porta chiedendo alle persone di impegnare denaro che verrà poi raccolto una volta completata la corsa. La maggior parte delle persone può relazionarsi con questo tipo di esperienza, avendolo probabilmente fatto da soli quando erano giovani. Questo tipo di raccolta fondi è chiamato peer-to-peer ed è molto simile al fai-da-te. “La differenza principale è che in uno scenario di raccolta fondi fai-da-te, ogni individuo ha la capacità di raccogliere fondi nel modo che desidera. Non deve essere per una passeggiata, una corsa o una vendita al forno ”, scrive Gale Summers, uno scrittore presso Writinity e Lastminutewriting. L’organizzazione farà spesso qualcosa per facilitare la raccolta di fondi, ma il metodo esatto di come farlo è relativo alle singole raccolte fondi.

Tendenze nella raccolta fondi fai-da-te

La raccolta fondi fai-da-te è diventata sempre più popolare nel corso degli anni a causa della sua capacità di raggiungere un livello più elevato di donatori. Ogni individuo che esce con l’intenzione di raccogliere capitali probabilmente guarderà a un’area specifica in cui ha un qualche tipo di interesse o coinvolgimento. “Mentre i metodi peer-to-peer tradizionali si concentreranno su un singolo evento, come una corsa, il Il modello fai-da-te non lo fa ”, scrive Henry Vashon, un blogger di Draftbeyond. Questa diversificazione nei metodi raggiunge più donatori e di solito si traduce in più fondi.

La raccolta fondi fai-da-te funziona particolarmente bene nelle organizzazioni no profit perché i donatori possono vedere un qualche tipo di comunità o valore complessivo nella missione del no profit. Le aziende a scopo di lucro possono avere difficoltà a convincere i donatori a consegnare denaro, ma non è impossibile. I metodi tradizionali di crowdfunding offrono una sorta di vantaggio, prodotto o servizio a coloro che donano. Qualunque sia la compensazione, di solito viene pagata ad un certo punto in futuro, una volta che la società è attiva e funzionante. 

Un’altra tendenza importante nella raccolta fondi fai-da-te è l’uso di eventi virtuali. Questi tipi di eventi sono utili perché non impongono limiti temporali o geografici a un potenziale donatore. Ciò è in netto contrasto con i tradizionali eventi di raccolta fondi peer-to-peer. Una piattaforma comune per eventi virtuali di raccolta fondi fai-da-te è Twitch. Questa piattaforma di live streaming è già stata utilizzata per raccogliere oltre $ 80 milioni per le organizzazioni di tutto il mondo. 

Perché raccogliere fondi fai-da-te?

Uno dei principali vantaggi della raccolta fondi fai-da-te è che consente alle persone di raccogliere fondi in ambienti in cui si sentono più a loro agio. Un recente esempio di tecnica di raccolta fondi fai-da-te è stato un torneo di videogiochi ospitato su Twitch. Ogni giocatore doveva pagare una quota per partecipare al concorso e il vincitore doveva mantenere una parte di quei proventi, con la stragrande maggioranza destinata all’organizzazione. Chiunque organizzasse quell’evento sapeva esattamente cosa stava facendo perché, in teoria, aveva trascorso un discreto periodo di tempo all’interno della comunità dei videogiochi online.

Un altro vantaggio è la capacità di integrare facilmente i social media nella propria campagna fai-da-te. I social media sono diventati il ​​luogo ideale in cui le aziende possono raccogliere fondi e aumentare la consapevolezza del marchio. Questi tipi di campagne sono facili e veloci da organizzare e comportano costi di avvio molto ridotti. Il tradizionale evento peer-to-peer può richiedere un investimento iniziale e non vi è alcuna garanzia che l’evento avrà successo.

Le aziende e le organizzazioni sono sempre alla ricerca di nuovi modi per raccogliere fondi. Spesso i metodi tradizionali non sono desiderabili per una ragione o per l’altra e si trovano alla ricerca di altre soluzioni. La raccolta fondi fai-da-te offre una soluzione di raccolta fondi economica, facile da eseguire e senza limiti. Tutto ciò che richiede è un po ‘di immaginazione, dedizione e duro lavoro.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.